Eventi Enzo Covelli ritira il premio

Pubblicato il 17 Lug 2016 | da BiblioApeCar

0

BiblioApeCar vince il Premio Maggio dei Libri 2014

  • Il BiblioApeCar ritira a Roma il prestigioso premio Maggio dei Libri, come miglior progetto di promozione della lettura sezione Associazioni
  • Enzo Covelli ritira il premio

La città di Trani balza nuovamente agli onori della cronaca nazionale grazie al BiblioApeCar, la prima biblioteca itinerante cittadina. Il progetto, ideato dalla libraia e illustratrice Elisa Mantoni, della Libreria Miranfù, ha ottenuto a Roma il premio “Maggio dei libri 2014”, organizzato dal Ministero per i Beni e le attività culturali e il turismo e dal centro per il libro e la lettura sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della commissione nazionale Italiana per l’Unesco.

Da quattro anni a questa parte, a conclusione dell’edizione annuale della campagna nazionale di promozione della lettura “Il maggio dei libri”, il Centro per il Libro e la Lettura ha istituito un premio con l’intento di valorizzare l’impegno dei soggetti che hanno aderito alla campagna e di condividere buone pratiche per la promozione della lettura, incoraggiando al tempo stesso la partecipazione alle prossime edizioni.

A Roma sono stati premiati i migliori progetti realizzati nelle cinque categorie previste: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture ospedaliere e carcerarie, librerie. Tra i criteri di valutazione, particolare attenzione è stata rivolta verso le iniziative finalizzate a portare il libro fuori dai contesti tradizionali, per quelle organizzate in zone svantaggiate e rivolte agli adolescenti, per quelle che presentavano caratteristiche di replicabilità e per quelle realizzate attraverso la collaborazione di soggetti diversi attivi sul territorio.

Nella categoria delle associazioni, l’ambito riconoscimento nazionale (con premio in libri) è stato conferito alla tranese Elisa Mantoni ed all’associazione di promozione sociale Bee-Bibliocar per il progetto BiblioApeCar, vincitore del Bando Regionale “Principi Attivi 2012 – Giovani idee per una Puglia migliore”.

La biblioteca itinerante progettata da Elisa Mantoni e Pasquale Carucci è nata dalla trasformazione di un buffo motocarro Piaggio Ape-Car ed è capace di trasportare tantissimi libri per tutti i gusti e di tanti editori diversi, con particolare attenzione agli albi illustrati e all’editoria indipendente. Le attività del BiblioApeCar, e dell’associazione che lo gestisce, non si limitano al solo prestito librario: il mezzo è dotato di tappeti, cuscini, casse, altoparlanti, luci, microfoni e materiale ludico e didattico e può trasformarsi anche in “teatro dei burattini” per creare infinite occasioni di incontro, di festa e di spettacolo con i libri e con le storie.

In una prima fase l’associazione Bee-Bibliocar ha promosso, nelle quattro scuole primarie cittadine, il concorso letterario “Il tesoro del BiblioApeCar” per premiare tutti i bambini che amano i libri e la lettura. Partecipare al concorso è stato semplicissimo: la biblioteca ambulante per un mese intero si è fatta trovare a scuola ed ha messo a disposizione i suoi libri. Ad ogni libro preso in prestito i ragazzi hanno ricevuto un’ape leggina (del valore di 1 punto) da consegnare alla maestra. Dopo averlo letto, la restituzione “a scaffale” presso la biblioteca comunale dava diritto ad un altro punto. A fine mese si procedeva al conteggio dei punti e le tre classi del circolo didattico che ne avevano raccolti di più, si sono aggiudicate un forziere stracolmo di libri che è andato ad arricchire e a dare nuova linfa alla biblioteca scolastica.

Nel periodo estivo, invece, con la complicità del sole, è venuto fuori lo spirito girovago del BiblioApeCar e così tanti angoli della città si sono trasformati come per magia in luoghi di aggregazione e angoli lettura dove anche il tempo smetteva di correre per godersi un bel libro o per ascoltare storie in compagnia dei bambini. Non potevano mancare le “puntatine” al mare: il BiblioApeCar ha raggiunto alcuni dei lidi più frequentati della città, effettuando il servizio di prestito dei libri e attività, nell’ambito dell’iniziativa “Libri in spiaggia”, promossa dalla Biblioteca comunale “G. Bovio” di Trani.

E non è finita qui. Tutti i martedì e i giovedì di luglio e agosto, il simpatico “tre ruote” ha trovato la sua “Location” ideale all’interno della Villa Comunale di Trani, rendendo possibile a tanti lettori il sogno di prendere un libro e leggerlo all’ombra dei lecci e dei tamerici, allietati dalla brezza marina e dal dolce sottofondo delle onde.

Un’idea originale e vincente, premiata dai numeri: nei suoi primi quattro mesi di vita, il BiblioApeCar ha raccolto un consenso vastissimo ed è riuscito a raggiungere risultati che sono andati ben oltre le aspettative dei proponenti. Ha coinvolto 4 circoli didattici e 132 sezioni di Scuola Primaria; 2.500 bambini di Scuola Primaria hanno partecipato alle attività; ha effettuato più di 3.500 prestiti di libri in 8 mesi; ha distribuito alle biblioteche scolastiche cittadine cinquemila euro di libri grazie anche all’intervento ed al coinvolgimento attivo di sponsor privati e messo a disposizione della Biblioteca comunale “G.Bovio” il suo parco libri (circa 2.500 in libri).

Un’altra bella soddisfazione per Elisa Mantoni, coo-fondatrice e animatrice della Libreria Miranfù. Dopo aver vinto il premio “Il Maggio dei Libri” del 2013 (in collaborazione con il “Parco naturale di Selva Reale” e con il progetto “Bosco Letterario: libri e autori nel bosco”) la vulcanica libraia conferma una grande vitalità e professionalità nelle attività di promozione del libro e del piacere di leggere.

«Questo primo anno di progetto – spiega la vincitrice – è stato possibile grazie ai finanziamenti previsti dal Bando regionale Principi Attivi 2012 ed alla collaborazione dell’Assessorato alla cultura del comune di Trani, della Biblioteca comunale “Giovanni Bovio” e al grande lavoro delle operatrici qualificate della cooperativa Imago. Il progetto conferma che i bambini amano leggere e che per avvicinarli alla lettura basta favorire l’incontro con le “buone letture”, quelle capaci di meravigliare e di regalare stimoli, emozioni, piacere e risate».

Tags: , , , , , , , ,


Informazioni sull'autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑